Spazi offerti

PIANO NOBILE

Il Salone d’ingresso – ampio salone da ballo con pareti affrescate a motivi a grillages, grosse volute ed elementi vegetali dai tenui colori: verde chiaro, giallo ocra e rosso pompeiano. Luogo ideale per ricevere in grande stile i vostri ospiti in occasioni importanti.

Il Salone “Primo dipinto” – salone di rappresentanza con affreschi settecenteschi inquadrati in cornici a motivi geometrici, con girali ed elementi fogliacei. Il tutto è completato dalle spettacolari tele dipinte della volta con grosse volute a motivi vegetali e stucchi dorati.

Il Salone “Secondo dipinto” – salotto di rappresentanza sormontato da una volta affrescata su tela con ricche decorazioni a volute e motivi vegetali e girali. Da qui si ha diretto accesso al cosiddetto “Salottino Pompeiano”.

Il Salottino “Pompeiano” – ambiente dei primissimi anni dell’Ottocento decorato con affreschi “alla pompeiana” raffiguranti ruderi e figurine classiche. Da questo salottino è possibile accedere alla Torricella, elemento architettonico peculiare della Villa ed al coretto della chiesa Santa Maria del Carmine. Dalle finestre è possibile abbracciare con lo sguardo la vasta campagna circostante.

Il Salottino della contessa Margot – spazio privato caratterizzato da un magnifico pavimento settecentesco di maiolica napoletana ed adornato con foto, mobili d’epoca ed oggetti di famiglia che ricreano l’atmosfera raffinata ed elegante delle dimore gentilizie di un tempo.

Lo Studiolo – studio arredato con ricche librerie in mogano e rifinite in avorio, in cui sono esposte sciabole, spade, bastoni da passeggio e foto del re Umberto II con dedica autografa al conte Fabrizio Tufarelli. Atmosfera  raffinata, tipica della casa Museo.

La Sala da pranzo  – ideale per cene eleganti, private o aziendali. La sala è affrescata con motivi a grillages e scene di caccia, tipiche espressioni di gusto settecentesco, ispirate ad esempi analoghi presenti nelle residenze costiere del Miglio d’oro.

Le Scuderie – edificio ad un piano ubicato di fronte al corpo principale della villa. Si compone di 3 ampie sale con ingresso indipendente dalla via Traversa II Sx via Tufarelli,  con accesso  al Limoneto ed al Cortile interno. Spazio adatto  per feste private, attività didattico-ricreative, convegni, eventi enogastronomici, mostre d’arte e artigianato.

I Saloni al piano terra  – 4 ampi saloni ubicati al pianterreno del corpo centrale della villa cui si può accedere sia dal giardino che dal cortile interno. In posizione diametralmente opposta a quella dei saloni si trova l’ingresso ai locali dell’anti-sagrestia riccamente affrescati.

La Chiesa di Santa Maria del Carmine – Cappella gentilizia costruita agli inizi del ‘600 caratterizzata da decorazioni in stile neoclassico a piccole volute e puttini in stucco bianco risalenti alla ristrutturazione ottocentesca. Il pavimento maiolicato del ‘700, è un vero gioiello dell’architettura del tempo. Alla chiesa è possibile accedere sia da Via Tufarelli che dal Cortile interno di Villa Tufarelli.

Il Parco con piscina  – Un ettaro di superficie di lussureggiante boschetto di gusto romantico, vialetti, poggi e grotte di tufo e pietra lavica, arricchito da  maestose piante secolari, querce, lecci, lauri, acacie, per trovare frescura e riparo nelle calde giornate d’estate; segue un vasto prato all’inglese, in grado di accogliere fino a 1000 persone in cui trova posto un’ampia piscina contornata da aiuole fiorite e palme. Luogo di relax e ristoro nei mesi estivi per accogliere i vostri ospiti in un’atmosfera allegra e informale.

Il Limoneto – Magico limoneto corredato da antiche mangiatoie di pietra riadattate a fioriere, spazio ottimale per aperitivi, cocktails e degustazioni.

Il Cortile interno  – Cortile in stile settecentesco cui si accede dal portone principale. Qui si respira un’aria più rarefatta, si ha la sensazione di restare come sospesi tra presente e un passato ricco di storia e tradizioni.

Il cortile accoglie con eleganza e sobrietà gli ospiti, introducendoli negli ambienti esclusivi posti al piano nobile o della cappella gentilizia, offrendo accesso all’ampio giardino e al Limoneto.